Eventi permanenti

Ceramic Age è  il titolo della mostra di Tecnargilla curata dallo studio di architettura AzzoliniTinuper, che presenta una panoramica sulle ultime tendenze materiche ed estetiche per l'industria ceramica.

Una mostra che propone una ceramica indedita, dinamica, duttile ed espressiva.

Un allestimento fatto di volumi aggregati, lastre, sedimentazioni, compenetrazioni e accostamenti di elementi megalitici.

Ceramic Age intende rappresentare un nuovo inizio, una nuova era iper tecnologica in cui la ceramica diventa “unico materiale” che, assorbendo tutte le possibili espressioni della materia, esprime la stessa energia primordiale enfatizzata nelle sue macro dimensioni e spessori.

Grandi lastre, geometrie, effetti tridimensionali, spessori, sono tutti elementi che giocano un ruolo primario nel progetto architettonico, ma che trovano la loro massima espressione nella ricerca del colore. Concetto ben ripreso nella sezione Ceramic Age–Color Trends, dove quattro aree cromatiche definite “quasi primarie”, vengono reinterpretate secondo le tendenze in atto nel mondo dell’abitare tra neutri freddi e neutri caldi, ossidi e cromie verdi che richiamano il mondo vegetale. 

La mostra  è inserita come consuetudine all’interno del macro contenitore “Ceramic Workshop” posto all’ingresso di Tecnargilla, che ospiterà anche la quinta edizione del concorso Tecnargilla Design Award, premio istituito per consacrare le più innovative tecnologie, applicazioni e materiali impiegati nell´industria ceramica. Parte integrante del “Ceramic Workshop” anche l’Area Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, dove saranno esposti alcuni dei pezzi più rappresentativi delle collezioni per raccontare la storia ceramica.