Media room

Questo è il comunicato selezionato.
Per tornare all'elenco dei comunicati clicca qui.

Tecnargilla 2018: gli appuntamenti in fiera

Comunicato n. 12 del 20/09/2018 11.31.29 ( download )

Un fitto calendario di eventi e convegni, studiato appositamente per il comparto ceramico, animerà la 26° edizione di Tecnargilla. Focus su ricerca e innovazione tecnologica, sostenibilità, normativa tecnica e finanziaria, con il contributo di massimi esperti del settore.

.Non solo business a Tecnargilla (Rimini 24-28 settembre), ma anche formazione e informazione. L´attività convegnistica completa l´offerta espositiva in fiera con un intenso programma di tematiche che ruotano attorno all´industria ceramica attuale e futura.

Ad aprire il ciclo di appuntamenti è il X Meeting Annuale ACIMAC dal titolo ´Ceramica 4.0: Grande, digitale e sostenibile´, il tradizionale appuntamento convegnistico organizzato dall´Associazione Costruttori Italiani Macchine e Attrezzature per Ceramica, in collaborazione con la rivista Ceramic World Review e Tecnargilla. Il convegno, in programma la mattina del 25 settembre (Sala Neri), punta i riflettori sui più recenti sviluppi in tema di materiali e tecnologie per la produzione della ´ceramica del futuro´: di grande formato, decorata con sistemi Full Digital e prodotta nelle moderne fabbriche 4.0. A illustrare le più recenti novità tecnologiche saranno alcune tra le più importanti aziende del settore: BMR, Colorobbia, Durst, Esmalglass-Itaca, LB, Sacmi, System e Torrecid. Moderatore del convegno, il Prof. Paolo Zannini dell´Università di Modena e Reggio Emilia.

In relazione al dibattuto tema dell´economia circolare, al centro delle politiche ambientali nazionali e internazionali, non potevano mancare le risposte del comparto ceramico. Se ne parlerà in modo approfondito il 26 settembre presso la Sala Diotallevi, con un convegno dal titolo ´L´industria ceramica verso un modello di economia circolare´. Organizzato dalla Società Ceramica Italiana, in collaborazione con Acimac e Tecnargilla, l´evento toccherà i punti salienti di un modello che presuppone la trasformazione radicale dello schema produttivo classico verso logiche virtuose: prodotti e processi poco impattanti, equi e ad alto valore sociale e territoriale. Ad alternarsi al microfono saranno Luisa Barbieri (Università di Modena e Reggio Emilia); Michele Dondi (CNR-ISTEC e presidente ICerS); Davide Settembre Blundo (Gresmalt) e Fernando E. Garcìa-Muiña (Università Rey Juan Carlos, Madrid); Andrea Conti (Confindustria Ceramica); Barbara Mazzanti (Centro Ceramico); Luca Zanchi (FEDABO), Andrea Morfino e Mirca Di Domenico (thinkstep).

A seguire, il 27 settembre, due convegni rispettivamente di stampo tecnico e finanziario: ´Esportare macchine per ceramica e piastrelle nel mondo: Focus Brasile (aggiornamento normativa NR 12 per le macchine) e focus Russia (obblighi di etichettatura prodotto piastrelle)´ e ´Aggiornamenti operativi sulle misure e gli strumenti per finanziare la ricerca/innovazione e l´acquisto di beni strumentali: Bandi europei, Credito d´imposta R&D, Iper-ammortamento 4.0´.

Faranno da cornice alla manifestazione gli eventi permanenti, a partire dalla mostra Ceramic Age che raccoglie le ultime tendenze materiche ed estetiche per l´industria ceramica: un allestimento curato dallo studio di architettura AzzoliniTinuper fatto di volumi aggregati, lastre, sedimentazioni, compenetrazioni e accostamenti di elementi megalitici. La mostra è inserita come consuetudine all´interno del macro contenitore ´Ceramic Workshop´ posto all´ingresso di Tecnargilla, che ospiterà anche gli 11 progetti in gara per il Tecnargilla Design Award (TDA), il premio istituito per consacrare le più innovative tecnologie, applicazioni e materiali impiegati nell´industria ceramica.

Tecnargilla è la più importante fiera al mondo per la fornitura all´industria ceramica e del laterizio. Organizzata da Acimac (Associazione Costruttori Macchine Attrezzature per la Ceramica) e IEG-Italian Exhibition Group - società nata dall´integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza -, la manifestazione propone, ogni due anni, il meglio dell´innovazione estetica e di processo per il settore, ospitando in fiera tutte le maggiori aziende e attirando a Rimini un elevato numero di buyer internazionali. Tecnargilla è infatti stata anche nell´edizione 2016, la fiera più visitata dagli operatori internazionali: 16.764 (+6,3 sul 2014) buyer stranieri su un totale di 33.395 visitatori (+4% sul 2014). Tecnargilla 2016 ha ospitato 500 espositori (di cui il 40% provenienti da circa 25 nazioni) su un´area di circa 80.000 mq (+7% sull´edizione 2014) suddivisa in quattro sezioni espositive: Tecnargilla, dedicata alle tecnologie per piastrelle, sanitari e stoviglieria; Kromatech, la vetrina del colore e della creatività in ceramica; Claytech, la sezione dedicata alla tecnologie per il laterizio; T-White, area espositiva dedicata alla produzione di macchinari e impianti per la produzione di sanitari e stoviglieria in ceramica. L´edizione 2018 ospiterà due nuove sezioni, Greentech e T-Finishing, dedicate rispettivamente alle tecnologie e ai prodotti ´green´ e alle tecnologie di finitura.